Morta a causa del Covid Lungo la sceneggiatrice di 'Dawsons Creek

Morta a causa del Covid Lungo la sceneggiatrice di 'Dawsons Creek

Il COVID non uccide solo in terapia intensiva. HEIDI FERRER, SCENEGGIATRICE di Hollywood nota per aver scritto ‘Dawson’s Creek’, una delle SERIE TV più cult di inizio anni 2000, si è tolta la vita dopo oltre un anno di lotta con il virus respiratorio. Soffriva infatti di LONG COVID, quella condizione per cui i SINTOMI della malattia non se ne vanno a distanza di mesi o addirittura anni. A dare la triste notizia è stato il MARITO Nick Guthe, con cui Heidi aveva il FIGLIO Bexon, 13 anni. [Heidi Ferrer, sceneggiatrice di ‘Dawson’s Creek’, è morta a 50 anni: si è tolta la vita a causa del Long Covid]Heidi Ferrer, sceneggiatrice di ‘Dawson’s Creek’, è morta a 50 anni: si è tolta la vita a causa del Long Covid “A tutti i lettori di Heidi, sono suo marito, Nick. Vi devo dare la TRAGICA NOTIZIA della sua scomparsa a causa del Covid Lungo. E’ accaduto lo scorso 26 maggio. La terribile SOFFERENZA FISICA che non le permetteva di dormire l’ha portata a prendere questa decisione prima che la situazione peggiorasse. Non abbiamo intenzionalmente condiviso la notizia su Facebook perché molti dei genitori degli amici di Bexon sono su quel social. Visto che molti bambini stanno soffrendo psicologicamente a causa della pandemia, non sapevamo come sarebbe stata comunicata loro la notizia e volevamo proteggerli. Ma non vogliamo nascondere la cosa, visto che i PROBLEMI MENTALI delle persone affette dal Covid Lungo sono una crisi sanitaria pubblica a cui bisogna velocemente trovare una risposta”, ha fatto sapere Nick attraverso un post pubblicato sul blog di Heidi, ‘Girl to Mom’.

“Heidi amava ascoltare quello che avevate da dirle e non avrebbe mai fatto una cosa del genere se non fosse stato per il dolore causato dal Long Covid. Negli ultimi 13 mesi si è preso ogni singola parte della sua vita: la sua MOBILITÀ, il suo piacere per il CIBO, visto che doveva seguire una dieta molto stretta, poi la possibilità di DORMIRE e anche di LEGGERE i libri che amava. Lo ha combattuto intensamente, tanto quanto le piaceva vivere, ma alla fine ha avuto la meglio e si è portato via ogni cosa. Abbiamo appena iniziato il processo di elaborazione della perdita”, ha aggiunto. [Heidi insieme al marito Nick e a loro figlio Bexon, 13 anni]Heidi insieme al marito Nick e a loro figlio Bexon, 13 anni Heidi, che si era ammalata nell’aprile del 2020 ed era stata successivamente allettata, lo scorso gennaio era intervenuta sul suo blog per spiegare che le cose andavano MEGLIO. “Sono cautamente ottimista sul fatto di stare migliorando lentamente, ogni mese. A luglio ho avuto 40 SINTOMI spaventosi e debilitanti per il Long Covid. Ora ne sono rimasti alcuni frustranti, ma la situazione è molto MIGLIORATA. Alcuni giorni sto meglio e altri sono terribili. Descriverei quello che resta come INFIAMMAZIONE, per via degli alti e bassi. Le sindromi post-virali sono ben conosciute e potrebbero essere dovute ad una spropositata REAZIONE IMMUNITARIA del nostro corpo. Questo può continuare per mesi, un anno, anche 18 mesi o 2 anni. Spero non sarà così tanto! Per me sono già 10 mesi, ma ultimamente vedo una piccola luce di SPERANZA”, aveva fatto sapere.

Fonte: http://feedproxy.google.com/~r/gossipnews/news/~3/nHs6PmBCrdo/morta-causa-covid-lungo-sceneggiatrice-dawson-s-creek-news.html

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: