La figlia di Gigi Proietti ricorda il papà  a un anno dalla sua morte: tenerissima foto

La figlia di Gigi Proietti ricorda il papà  a un anno dalla sua morte: tenerissima foto

La FIGLIA secondogenita di Gigi Proietti, RICORDA il PAPÀ a UN ANNO dalla sua MORTE. Sul social pubblica una tenerissima foto che la immortala con l’attore, mattatore della risata, scomparso il 2 novembre 2020, il giorno del suo 80esimo compleanno.

[La figlia di Gigi Proietti ricorda il papà a un anno dalla sua morte: tenerissima foto]La figlia di Gigi Proietti ricorda il papà a un anno dalla sua morte: tenerissima foto Carlotta, 40 anni, attrice e cantautrice, era legatissima a Gigi. “Buon compleanno PAPÀ”, scrive accompagnando la dolcissima immagine condivisa. Il padre le manca moltissimo, come pure alla sorella maggiore Susanna, costumista, 43 anni. Entrambe sono nate dal legame indissolubile dell’artista romano con Sagitta Alter: i due, che non si sono mai sposati, sono rimasti l’uno accanto all’altro per oltre 50 anni.

L’attore scomparso il 2 novembre scorso a 80 anni insieme alla secondogenita Carlotta, 40 anni, attrice e cantautrice “Non era un padre espansivo negli affetti, era una persona timida. Cercava l’attenzione da parte nostra, voleva farsi dire lui ‘ti voglio bene’, ma lui non si lasciava andare a grandi parole”, hanno raccontato recentemente Susanna e Carlotta a Oggi è un altro giorno. L’artista romano con le due figlie, Susanna, la primogenita, oggi ha 43 anni Carlotta a La Repubblica sul PAPÀ ha detto: “Diventa difficile essere obiettivi, per me che lo adoravo, come tutti i miei. In mezzo ai tantissimi messaggi e commenti di vicinanza e stima che ho letto, mi sono accorta che una persona come mio padre non è facilmente riassumibile. E quando si fa appello a lui come a un grande comico, è inevitabile che sfuggano aspetti, vocazioni, gesti e approfondimenti del suo infinito lavoro di decenni”. E ha aggiunto: “Mi manca il confronto con lui. Era una persona umile, una figura complessa e semplice. Amava distinguere, tra serietà e scherzo. Vorrei che non fosse classificato in modo riduttivo. Ho un’impressione forte di lui, che lo comprende tutto: era ‘un uomo di teatro’. Ed è stato un artigiano”.

“Non ho rimpianti - ha sottolineato infine l’attrice - Sono stata privilegiata, ho sempre avuto un rapporto amorevole, aperto. Soprattutto da quando l’ho affiancato nel lavoro”.

Fonte: http://feedproxy.google.com/~r/gossipnews/news/~3/n4e_90LuMJ8/figlia-gigi-proietti-ricorda-papa-un-anno-morte-news.html

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: